Vai al contenuto

Mese: agosto 2009

Il divario dei tassi: BCE versus banche italiane.

Massimo Sideri, sul Corriere economia di domenica 30 agosto, si meraviglia della distanza fra i tassi della BCE -che nell’ultima asta hanno raggiunto l’1%- e quelli applicati dalle banche italiane per comprare casa, superiori del 2,75%. Sotto al titolo occhieggia la frase “Ai massimi da sei anni i margini degli istituti sui prestiti a famiglie e piccole imprese”. L’articolista, che ragiona a partire dalla tesi che le banche, obviously, guadagnino sempre troppo, ritiene che gli istituti di credito utilizzeranno i fondi ottenuti a tassi così bassi per fare trading nei… Read more Il divario dei tassi: BCE versus banche italiane.

Market timing: ovvero, anche per tornare dalle vacanze bisogna scegliere il momento adatto.

“(..) Leggerezza imperdonabile quella di Ringhio, ma nulla al confronto dell’improvvisazione con cui la panchina rossonera si era mossa per gestire la sua sostituzione. Pur in presenza di un giocatore menomato, Leonardo non aveva infatti ritenuto di preallertare le riserve per il riscaldamento di rito e quando si rendeva conto di doverlo fare (dopo le reiterate richieste di Gattuso) Clarence Seedorf, il prescelto, si alzava con comodo dalla sua postazione, a torso nudo e senza le scarpe, quasi un villeggiante reduce dalle vacanze: avesse avuto secchiello e paletta, sarebbe stato… Read more Market timing: ovvero, anche per tornare dalle vacanze bisogna scegliere il momento adatto.

Quattro a zeru

Inter deludente nel derby: dopo lo stentato pareggio con il Bari, vince solo 4 a 0. La manovra di gioco ed i fraseggi, evidentemente impoveriti dalla partenza di Ibrahimovic, pongono seri problemi di continuità in prospettiva. Nel Milan, oltre al grande collettivo, si segnalano Gattuso e Ronaldinho, una spanna sugli altri per giocate, freschezza, lucidità, correttezza.

Gli economisti sono anche professori: cioè maestri.

Dal momento che la vocazione acutizza, estremizza, eleva alla perfezione l’essenziale dell’uomo, vuol dire che ogni vocazione è mediatrice e che si tratta in questo caso di vedere in quale forma lo è la vocazione di essere maestro, e se per caso non lo sia in maniera eccelsa. Il filosofo, il saggio, l’artista, sono mediatori di una specie confinante con quella del maestro perchè trasmettono qualcosa, verità, scienza, bellezza; ma non in una forma personale, diretta, ma attraverso l’opera, un’opera che ha una speciale forma di esistenza, quella che corrisponde… Read more Gli economisti sono anche professori: cioè maestri.

Politica

I politici sono grandi narratori, soprattutto sui temi economici. Passano molto tempo a parlare in pubblico, e quindi a raccontare storie; e poichè gran parte della loro interazione con l’opinione pubblica concerne l’economia, anche quelle storie riguardano l’economia. G.A.Akerlof, R.J.Shiller Spiriti Animali, Rizzoli 2009

Il Mago Alex: 2a puntata

Economisti come maghi. Dopo aver ascoltato Giulio Tremonti in un bellissimo discorso che, absit iniuria verbis, sarebbe un delitto banalizzare per la frase sui maghi, oggi che è sabato, da economista stanco, voglio solo commentare, di nuovo, la questione del nostro mestiere. Keynes sosteneva che faceva l’economista per guadagnarsi da vivere, non per prevedere il futuro: se avesse potuto prevedere i corsi di Borsa avrebbe guadagnato per sè e si sarebbe arricchito, non avrebbe scritto libri (peraltro, il grande JMK si è anche arricchito, ma questa è un’altra storia). E,… Read more Il Mago Alex: 2a puntata