Morire di pizzicotti (lasciando i soldi in Libano).

Cedro del Libano

L’agonia del gruppo Burani sembra infinita. La famiglia Burani ha chiesto a Mittel di differire la vendita del 20% di Greenholding, richiesta per la quale sono in corso trattative. Mariella Burani Fashion Group, d’altra parte, dopo il voto favorevole alla ricapitalizzazione espresso nell’assemblea del 16 dicembre scorso, non ha ancora visto un solo centesimo dell’aumento promesso dalla famiglia. Le cui disponibilità liquide, d’altra parte, scudo o non scudo, sono ancora depositati presso una finanziaria libanese (sic) e non in un conto vincolato, come chiedevano le banche. La vicenda assume contorni sempre più levantini, absit iniuria verbis, dal momento che senza la sia pur ridicola quota della famiglia (10% del debito attuale, contro quasi l’80% del capitale sociale detenuto) le banche non daranno il loro consenso alla ristrutturazione del debito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...