Scottature 2.

Federico Fubini e Giuditta Marvelli, sul CorriereEconomia di ieri, 11 gennaio, propongono in prima pagina il seguente titolo: “Risparmio. La febbre dei bond. Guadagnare senza scottature.” Sottotitolo “Mai un’offerta così ricca combinata però con rendimenti minimi. L’incognita? Il rialzo dei tassi.” Se si legge l’articolo dopo aver appreso che il rendimento, in termini reali, dei BOT, è divenuto negativo, si capisce perché il gap di cultura finanziaria di cui soffre il nostro Paese, e non solo, continuerà a fare danni.

Forse sarebbe il caso di dire che, in questo momento, con le obbligazioni NON si guadagna: a meno di spericolate evoluzioni ed incursioni in territori molto rischiosi, in ossequio alla combinazione rischio-rendimento, il guadagno è minimo, appunto, quasi nullo. Tuttavia l’articolo, anzi gli articoli, non corrispondono, nei contenuti, al titolo, dal momento che -fortunatamente- si sprecano avvertimenti e warning. Ricordando -e forse sarebbe il caso di farlo a più chiare lettere- che dato il livello infimo raggiunto dai tassi, entrare sul mercato obbligazionario ora non potrà che rivelarsi un pessimo affare quando, prima o poi, i tassi saliranno, facendo scendere i corsi delle obbligazioni acquistate e concretizzando delle belle perdite in conto capitale. Ma, forse, dirlo troppo forte, non fa vendere giornali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...