Vai al contenuto

Mese: Mag 2010

Meno redditizio, ma anche meno rischioso (considerazioni finali 3).

La riforma delle regole per la finanza trascende i confini nazionali, richiede un consenso fra numerose giurisdizioni. Ma non c’è alternativa: una industria dei servizi finanziari integrata globalmente richiede una regolamentazione che, almeno nei suoi principi fondamentali, sia universale. la dura esperienza di questi anni non va dimenticata: rischi eccessivi impongono alla collettività prezzi altissimi. Rafforzare le difese del sistema è indispensabile, nei singoli paesi e a livello internazionale. fare banca sarà meno redditizio, ma anche meno rischioso. Tutti ne avranno beneficio. Mario Draghi Assemblea ordinaria dei partecipanti, Roma, 31… Read more Meno redditizio, ma anche meno rischioso (considerazioni finali 3).

Rafforzamento patrimoniale & credit crunch (considerazioni finali 2).

(..) Il rafforzamento patrimoniale deve continuare. Occorre anche prepararsi ai nuovi standard internazionali. E’ ancora in corso l’analisi per valutare gli effetti complessivi che le nuove regole sul capitale e sulla liquidità avranno sulle banche italiane. I parametri sono da definire, l’applicazione delle specifiche previsioni regolamentari avverrà con flessibilità e nei tempi necessari a consentire un adeguamento graduale, senza strappi. Mario Draghi Assemblea ordinaria dei partecipanti, Roma 31 maggio 2010

Saper fare il banchiere (considerazioni finali 1).

Le grandi banche si giudicano da come organizzano l’attività sul territorio: mantenere, valorizzare il rapporto con l’economia locale significa utilizzare nella valutazione del cliente conoscenze accumulate nel corso degli anni, ben più accurate di quelle desumibili da modelli quantitativi; significa saper discernere l’impresa meritevole anche quando i dati non sono a suo favore, significa saper fare il banchiere. Mario Draghi Assemblea ordinaria dei partecipanti, Roma, 31 maggio 2010