Categorie
Lavoro

Bisogna scegliere e in ogni caso finitela di piangere.

il manifesto,
martedì 12 ottobre
Il sottoscritto conosce 10 persone che acquistano il manifesto e solamente una è un operaio. Quindi se aumentate il prezzo del quotidiano a 2 euro forse il 10 per cento dei lettori si lamenterà.
Io e gli altri nove guadagniamo 1.300 euro al mese ma rinunceremmo a tante cose purché viva il manifesto. Gli operai, che tanto vi stanno a cuore, comprano ancora tutto il superfluo propagandato dalle televisioni e certamente sospetterete anche voi che le rivoluzioni (sociali) non sono mai state fatte dagli ignoranti. Morte per morte meglio tentare di fare pagare la qualità del lavoro. Bisogna scegliere e in ogni caso finitela di piangere.
Giorgio Coianiz
S. Giorgio di Nogaro (Udine)

Categorie
Banche Mariella Burani

Finalmente?

Dal Sole 24 Ore di sabato 16 ottobre.

Mario Boselli, presidente di Centrobanca, e l’ex direttore generale dell’istituto, Vitaliano D’Urbano (che si è dimesso il 6 ottobre), sono stati iscritti nel registro degli indagati della procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta sul fallimento del gruppo Burani. Per loro l’accusa é di concorso in bancarotta, secondo quanto riportato da Radiocor. La procura di Milano ha inviato a Ubi Banca (controllante di Centrobanca), tramite la Guardia di Finanza, un ordine di esibizione per avere la documentazione relativa all’opa finanziata da Centrobanca su Mariella Burani Fashion Group.

«Finalmente» ha commentato Boselli con il Sole 24 Ore, precisando poi: «Il fatto che ci sia un atto formale mi consente ora di chiarire gli avvenimenti anche perché ricopro incarichi fuori dal mondo bancario che richiedono trasparenza sul mio operato». Il presidente di Centrobanca è parso del tutto sicuro sull’esito dell’inchiesta: «So cosa ho fatto e soprattutto so cosa non ho fatto. L’unico desiderio ora è quello di fare chiarezza in tempi brevi». Boselli ha ricordato i suoi precedenti: «In vent’anni ho ricevuto tre avvisi di garanzia, che per me sono decisamente troppi, e i primi due sono finiti in bolle di sapone».
Centrobanca è la corporate e investment bank del gruppo Ubi Banca specializzata nelle medie imprese. Nel 2008 Centrobanca ha finanziato l’Opa parziale volontaria lanciata da Mbfh sulla quotata Mbfg.

Il presidente Boselli dichiara “finalmente”, affermando altresì di sapere cosa ha fatto e cosa non ha fatto. Difficile immaginare che da Presidente di Centrobanca, ma anche da addetto al settore della moda, non sapesse che stava finanziando un’OPA del tutto insensata e priva di fondamento economico su un’azienda che, all’epoca, era già tecnicamente in stato di insolvenza, come si è già documentato su questo blog. Basti ricordare, fra gli altri, il valore degli oneri finanziari, pari a 4 volte il risultato operativo, ed il livello dell’indebitamento, assurto a valori insostenibili. O forse l’esclamazione del Presidente Boselli trova un sincero riscontro in altra parte delle sue dichiarazioni, quando afferma di ricoprire incarichi “fuori del mondo bancario“.

Lo si era notato.