Categorie
Università

Domanda e offerta.

(..) La riforma riequilibra le cattedre: oggi ci sono 300 sedi e almeno 2mila dottorati; resteranno poco più di 160 settori scientifico-disciplinari (contro i 370 di adesso) e ci potranno essere al massimo 12 facoltà per ateneo. Che senso aveva, solo per citare un esempio, mantenere a Genova uno squilibrio strutturale fatto di 16 professori di latino contro 3 di ingegneria gestionale? C’è un errore prospettico che la legge Gelmini vuole modificare: quello che l’università sia fatta solo dall’offerta. Che, forse è bene ricordarlo, oggi è tripla rispetto all’effettivo potenziale della domanda degli studenti.

Alberto Orioli, Il Sole 24 Ore, 30 novembre 2010

Di johnmaynard

Associate professor of economics of financial intermediaries and stock exchange markets in Urbino University, Faculty of Economics
twitter@profBerti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...