Categorie
Banche Oro

L’amico Putin.

L’amico Putin.

(…) A colpire gli americani fu, nel 2017, la storia del ricchissimo oligarca russo Leonid Mikhelson, 64enne fedelissimo del presidente Vladimir Putin, la cui compagnia energetica Novatek era sotto le sanzioni degli Stati Uniti. Secondo Forbes, la ricchezza personale di Mikhelson nel 2019, si aggirava intorno ai 27 miliardi di dollari. Il principale partner commerciale di Mikhelson era il 67enne Gennady Timchenko, altro caro amico di Putin, titolare di Volga Grou. Sempre secondo Forbes il patrimonio personale è attualmente di circa 18,8 miliardi di dollari. I due uomini d’affari erano i principali investitori di Sibur, una società russa di trattamento del gas.

La banca dello Utah, attraverso il suo corporate trust, aveva fatto da scudo, permettendo così a Mikhelson di registrare segretamente nel 2013 un jet privato negli Stati Uniti. In altri termini nessuno poteva sapere quale fosse il reale beneficiario dell’aereo (la stessa Bank of Utah disse di esserne ignara) e del resto il sito web dell’istituto di credito prende ancora oggi le “distanze” dagli aerei che registra a suo nome, notando che il suo unico ruolo è quello di trustee. «In qualità di proprietario fiduciario, la Bank of Utah non mantiene il controllo operativo di nessuno degli aeromobili di proprietà del trust, ma trasferisce tale controllo a un operatore o a un locatario tramite un accordo scritto».

Roberto Galullo, IlSole24Ore.com, 8 luglio 2020